Assistenza Scolastica Specialistica

L’assistenza scolastica specialistica offre interventi educativi volti ad accompagnare i minori disabili o in stato di svantaggio socio-culturale  nel percorso scolastico, sostenendoli nelle attività didattiche e nelle relazioni interpersonali. Gli interventi possono essere svolti sia a scuola che presso l’abitazione, in relazione ai bisogni e alle esigenze del minore. Hanno diritto al servizio gli alunni diversamente abili (certificato ai sensi della legge 104/92) frequentanti le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado pubbliche e/o paritarie che necessitano di assistenza per l’autonomia e la comunicazione come previsto nella diagnosi funzionale rilasciata dall’ASL di competenza.  Si tratta di un operatore (educatore, mediatore ecc.) che facilita la comunicazione dello studente disabile con le persone che interagiscono con lui, stimolando lo sviluppo delle abilità nelle diverse dimensioni dell’autonomia di base e sociale.   Nello specifico l’assistente educativo:

  • Sostiene l’alunno nelle attività educative e formative;
  • Partecipa alle programmazione didattica con gli altri docenti;
  • Affianca il minore nelle svolgimento di  attività ludico-motorie e sportive, sia all’interno che all’esterno della struttura scolastica;
  • Facilita la comunicazione e la collaborazione con i compagni;
  • Pianifica nuove metodologie di apprendimento attraverso l’utilizzo di tecnologie informatiche;
  • Cura le relazioni sociali con le strutture del territorio;
  • Fornisce supporto nei compiti a casa.

All’assistente per l’autonomia e la comunicazione competono compiti specifici che lo differenziano  dall’insegnante di sostegno con cui deve cooperare in sinergia, secondo gli obiettivi del Piano Educativo Individualizzato.